Chille de la balanza

Il Festival Storie interdette che si è svolto dall’11 fino al 13 maggio (giorno del 40.mo dall’approvazione della legge 180) ha visto la presenza di testimoni della rivoluzione basagliana che hanno partecipato ad incontri con presentazione di libri, esposizioni, spettacoli, ma soprattutto di narrazione al pubblico…di Storie interdette.
Come e da chi? Tramite un Bando nazionale rivolto a giovani Artisti under 35 che ha selezionato 4 idee progettuali, sviluppate in un seminario con noi Chille a marzo e presentate poi al pubblico durante il Festival.

Festival Storie Interdette 2019

Trailer

FHD, 2019

Chille de la balanza è una storica compagnia di teatro di ricerca nata a Napoli nel settembre 1973, riconosciuta e finanziata da MiBACT, Regione Toscana (Residenza artistica e culturale), Comune di Firenze e Città metropolitana.
Risiede dal 1998 a San Salvi, ex-città manicomio di Firenze: così decise l’ultimo direttore, dr. Pellicanò, che volle collegare l’uscita dei “matti” con l’ingresso della città nell’area dell’ex-manicomio. Per favorire questo processo chiese alla compagnia di stabilire la sua residenza in un padiglione dell’ex-ospedale psichiatrico e dar vita ad un progetto culturale pluriennale di presidio attivo (San Salvi città aperta) che, a tutt’oggi, ha visto la partecipazione di circa 600.000 persone. Il luogo è anche una delle sedi dell’Estate fiorentina dalla sua prima edizione. Chille de la balanza fu fondata da Claudio Ascoli: l’attività della compagnia coincide largamente con quella del suo fondatore.

Festival Storie Interdette 2018

Trailer

FHD, 2018


Il giorno che è sprovvisto il maggior penetro – Primo studio con Matteo Pecorini

FHD, 2019